Principio n. 3: Intelligence fruibile

Guarda nel futuro. Con più precisione.

Acquisire insight in ambienti altamente scalabili

Le applicazioni containerizzate determinano un aumento esponenziale degli avvisi e del numero di metriche potenzialmente monitorabili. Maggiore complessità significa estensione del monitoraggio per ottenere una prospettiva chiara sulla performance dell'intero sistema.

Visto il volume così elevato di dati, i team si trovano di fronte al difficile compito di separare il rumore dagli insight necessari per ottimizzare la performance. Di fronte a dipendenze complesse, trovare la root cause dei problemi è come cercare un "ago in un pagliaio".

Il monitoraggio dei container riduce il numero di avvisi per consentire di concentrarsi su quelli più critici. Questi avvisi critici possono però mostrare anche informazioni fruibili e i workflow necessari per risolvere rapidamente un problema.

Oggi, per le soluzioni di monitoraggio dei container, sono in fase di sviluppo allarmi ancora più intelligenti, che utilizzano l'apprendimento automatico e gli analytics per aiutare a prevedere i problemi con una precisione ancora maggiore. Acquisendo il comportamento delle applicazioni in termini di performance, queste soluzioni possono definire in modo dinamico linee di base per evitare rumore e falsi allarmi. Utilizzando gli analytics predittivi per identificare problemi e anomalie, i team possono diventare più proattivi nell'affrontare le problematiche dei container più complesse, contribuendo a compensare eventuali gravi problemi di performance.

"Per il 54% dei reparti IT intervistati la principale sfidarelativa al monitoraggio di nuove applicazioni consiste nella correlazione degli allarmi o nella riduzione del rumore".

Fonte: TechValidate. TVID: 360-731-B7C

Potenzia la performance digitale con un nuovo modello per Application Performance Management

CA Technologies

"Un nuovo monitoraggio per i container"

Capitolo tratto dall'eBook Monitoraggio e gestione dei container

Una volta il monitoraggio era una faccenda semplice: consisteva nel controllare se un computer era in esecuzione o meno. Gli ambienti applicativi basati su cloud, ovviamente, hanno cambiato tutto. Il monitoraggio oggi è una questione molto più complessa, e richiede molto più tempo e sforzi maggiori. Gli utenti di oggi spesso desiderano una soluzione che riduca il tempo necessario non solo per impostare uno strumento di monitoraggio, ma anche per prevedere o individuare i problemi all'interno dello stack.

Leggi il capitolo ora per saperne di più:

  1. La natura effimera dei container

  2. Proliferazione di oggetti, servizi e metriche da tracciare

  3. I servizi come il nuovo punto focale del monitoraggio

  4. La diversità dei gruppi di utenti finali che eseguono il monitoraggio

Accedi all'eBook

 

In CA, il tuo tempo e la tua privacy sono importanti per noi quanto lo sono per te. Utilizziamo le informazioni che ci fornisci sotto i nostri legittimi interessi per assicurarti di conoscere argomenti di tuo interesse. Se abbiamo sbagliato, puoi aggiornare le tue preferenze cliccando qui. Se desideri saperne di più su come utilizziamo le tue informazioni personali, puoi leggere la nostra informativa sulla privacy qui.

Guarda i 4 principi del
monitoraggio dei container in azione

I container sono la classe di strumenti in rapida crescita, a un tasso annuale del 40%.

Fonte: Container Technology Market to Grow 40% a Year, Analysts Predict. ZDNet, 17 gennaio 2017

Ulteriori informazioni sul monitoraggio dei container

icon-actionable-small-dark

Accelerare il ciclo di vita delle applicazioni con microservice, container Docker 
e visibilità end-to-end della user experience

Visualizza il solution brief >

icon-actionable-small-dark

Monitoraggio dei microservice? Parliamo di cancellazione del rumore

Leggi il blog >

icon-actionable-small-dark

Monitoraggio Docker CA APM

Visualizza il data sheet >



Continua a leggere: Principio n. 4